ANFORAH 
Rassegna di poesia, pittura,
letteratura e altro 
"L'immagine della poesia è la poesia dell'immagine"
« HOME PAGE | ArteNetwork@AlterVista | WebArtMagazine

Onda

Wave
Tutto ruota come l'onda
vita, morte e rinascita


Tutto ha origine dall'acqua, come le più antiche scritture sembrerebbero confermare, e, per quanto mi riguarda, non vi è fenomeno più interessante dell’onda, in cui, in un tempo circoscritto, si rappresenta un ciclo, trasformativo, di vita-morte-rinascita; da materia caotica, quale è il liquido acqueo, l’onda, con dinamiche circolari, aggrega sostanza intorno ad un centro, per poi dissolverla, nell’arco di una breve durata; in questa essenza convergono, trasformandosi con fluidità, tutte le forze della fisica: attrattive, repulsive, centrifughe, centripete, gravitazionali, ascensionali, motrici, contromotrici, magnetiche, ecc.
La sfera, momentanea, di creazione-distruzione dell’onda va pure intesa, come del resto ogni cosa al mondo, attraverso il paradosso taoista dello Yin e lo Yang (l’Unità e le sue parti polari), in cui ogni attività evoca, nel "qui e ora" presente, la sua speculare latenza, ed in cui tutto si muta, prima o poi, nel proprio reciproco.
Dalla fisica microscopica e quantistica fino alle dinamiche cosmiche, di pianeti e galassie, tutto nel mondo scorre e si incurva, per dissolversi e ricrearsi, ciclicamente… Così, per concludere, immaginiamo, da fermi, immobili, come, appunto, dal centro di un’onda (autentico occhio del ciclone), l’avvicendarsi delle universali dinamiche circolari: punto privilegiato d’osservazione… tutto è fermo e tutto ruota.

Fedele Boffoli

Wave - Opere di Fedele Boffoli

Wave
Non credo sia possibile immaginare per un uomo una meta più alta di quella che possa renderlo consapevole di cosa significhi essere vivo, e di quanto possa essere importante l’esperienza che gli proviene dall’essere toccato e commosso da tutto ciò che è e che riceve. L’artista Fedele Boffoli sembra aver intuito il significato e la portata di questa coscienza e di questa sensibilità strettamente connesse tra loro, e di averle unificate sotto il comune denominatore dell’esperienza artistica. Per Boffoli l’Arte, va al di là della creazione di semplici immagini, di quadri o di statue, di sinfonie o di poesie, diviene lo strumento per indagare a fondo e per scrutare le mutevoli espressioni del sentire che l’esistenza stessa gli trasmette. Così come le coordinate di un punto lo individuano nello spazio, allo stesso modo sensibilità e fare artistico conferiscono all’artista l’esatta percezione della sua esistenza. Creare per vivere, contemplare per sentire, indagare per conoscere, è così che Boffoli intende il suo cammino. La creazione dell’opera diviene il mezzo attraverso il quale contemplare il Significato e quest’ultimo, riassunto mediante il simbolo, gli restituisce l’energia vitale. Nella serie delle "Onde" Boffoli non solo raggiunge questo grado di consapevolezza, ma lo fa deflagrare in un’esplosione di energia vivente che nell’acqua trova il giusto mezzo di espressione. Vortici, forze, vettori che muovono verso l’identificazione di quel nucleo profondo, quel "centro dell’essere" che non è toccato né dai dolori né dalle gioie estreme: un centro di calma, simboleggiato dal nucleo dell’onda, che non si fa travolgere dagli sbandamenti emotivi, in cui si ridimensionano gli eccessi e si educa l’anima a livelli più alti di consapevolezza e di conoscenza. Questo luogo che funge da occhio del ciclone è da intendersi sia come passaggio ipotetico verso una dimensione superiore sia come rifugio spirituale dove trovare un po’ di tregua agli affanni, senza allontanarsi da tutto ciò che è intorno "il vortice", senza cambiare luogo ma guardando in noi stessi concentrando forza e volontà che altrimenti andrebbero disperse. Le opere di Boffoli vertono sui significati più profondi dell’agire umano e si manifestano mediante una pittura di matrice espressionistica in cui però non mancano i riferimenti ai concetti di spazio, di prospettiva e di profondità. Lo spazio viene indagato attraverso i vortici di colore preposti a ricreare le suggestioni delle onde, la prospettiva e la profondità vivono attraverso le variazioni di tono che intervengono via via che il fruitore lascia scivolare il proprio sguardo dall’esterno verso l’interno e verso il nucleo del gorgo. Boffoli attraverso le onde compie l’impresa più difficile per un uomo, quella di mettere alla luce se stesso perseverando in questo intento con la consapevole serenità di chi realizza l’esistenza mediante l’esercizio del piacere di creare.

Francesco Mignacca

Come onde

Wave
I vortici di Boffoli hanno una luce propria che non è soltanto un fenomeno fisico di migrazione di particelle dalla sorgente all’occhio di chi osserva: è un pulsare di energia pura che diventa materia stessa acquisendo corposità e consistenza.
Si ha l’impressione che le onde traggano origine proprio da questa energia, una luce che in un vorticoso movimento circolare si tramuta in materia. Non sono, pertanto, né i vortici né le onde i soggetti principali delle opere di Boffoli: è la creazione stessa, il movimento che genera, l’eterno divenire e tramutarsi di un’energia vitale.
La risposta all’eterno quesito "chi è Dio" è in noi stessi, anche se non siamo sempre in grado di vederlo: è in noi quell’energia creativa, quell’alito di vita che è soltanto divino e che ci rende, per Suo volere, a sua immagine e somiglianza.
Dobbiamo soltanto avere il coraggio di abbandonarci, di farci risucchiare dal maelstr(m perché nel centro vi è la risposta: dobbiamo perderci in una introspezione massima.
I centri dei vortici di Boffoli costituiscono un invito ed una palese provocazione in tal senso.
Boffoli non si perde in leziosità tecniche o manieristiche; le sue pennellate circolari sono sbaffi immediati, rapidi, essenziali: un tocco fuggevole del pennello sulla tela, a lasciarvi del colore, della matericità ancora incompleta. Da qui la sensazione del divenire, di un qualcosa in perenne mutazione, perennemente incompleta perché in ogni trasformazione quella materia racchiude ciò che prima è stata, fissa l’istante in cui si propone, ed ha con sé il germe di ciò che sarà. Creazione eterna, eterna potenzialità.

Giovanni Mansueto

Video

   

   

   

Le opere

Clicca la foto per ingrandirla

1 - Wave 1

2 - L'onda della vita 1

3 - Botto 1

4 - Cascata 1

5 - Tuffo 1

6 - Riflusso 1

7 - Fecondation 1

8 - Getto 1

9 - Chiusura 1

10 - Cigno 1

11 - Vis 1

12 - Voragine 1

13 - Voragine 2

14 - Discesa 1

15 - Vettori 1

16 - Fiore 1

17 - Sferoide 1

18 - Trasparenze 1

19 - Ascesi 1

20 - Percorso 1

21 - Tuffo 2

22 - Wind 1

23 - Ice 1

24 - La Via 1

25 - Conca 1

26 - Impatto 1

27 - La mia terra...

28 - Tunnel 1

29 - Buchi 1

30 - Caos 1

31 - Eros 1

32 - Onda 1
 
Fedele Boffoli
Boffoli
Fedele Boffoli
Fedele Boffoli (nato a Bari il 3.1.64), vive a Trieste dal 1985, ha dedicato gran parte della propria vita all’Arte.
Musica - Ha suonato come autodidatta (chitarra e tastiere) e composto brani musicali inediti, con suoi testi.
Animazione corporea e danza - Ha frequentato corsi di Qi Gong e Tango argentino e messo in scena, quale ideatore, con il maestro Ubaldo Sincovich, lo spettacolo di teatro-poesia-ballo "Il Tango dell’Onda" (tratto da una sua raccolta poetica omonima - 2006 e 2013).
Attività Poetica e Letteraria - Ha collaborato con i mensili culturali Euroarte di Lecce e L'Attualità di Roma. Ha pubblicato: Poesie (Webgalleria Anforah: Poièsi, Chrònos, Il Sole della Luna - 2003/2008; Ed. Anforah-Il Murice: Il Resto con W. Curini e F. Naglein - 2003, Il Tango dell’Onda con P.A. Cabas e F. Mignacca - 2006; FP Edizioni: Rose - 2013; Ed. Anforah: Onda - 2014); Favole illustrate, con P.A. Cabas (Ed. Anforah-Il Murice: Barcolandia - 2003, Le Storie dell’Onda - 2006 e 2010); Racconti brevi (inediti: I Racconti del Caffè Tommaseo); Saggi (Ed. Anforah, come curatore, vari autori - 2007 e 2010: La Via, in Risposta alla Lettera di Giovanni Paolo II agli artisti); Cataloghi e calendari, di arti visive e letterarie (Mito, Metafora e simbolo, con M. Rovereti e A. Bazzani - 2006, Sex l’incredibile mondo dei fiori con M. Semeraro - 2008, La Via... - 2009, Anforah - dal 2010 al 2015).
Fotografia e Video - Ha più volte presentato le proprie gigantografie fotografiche e fotopitture in fiere, gallerie d’arte e sul web; ha posato come modello per un corso fotografico sul chiaroscuro. Dal 2009 ha realizzato più di cento videoclip artistici, presenti su You Tube. Pittura - Ha esposto in numerose mostre personali e collettive in importanti città italiane (Bari, Cesena, Milano, Padova, Parma, Pordenone, Roma, Torino, Trieste, Udine...); ha partecipato a concorsi ed entrato in giurie; è presente su annuari, cataloghi d'arte e riviste specializzate del settore (Acca, Artecultura, Arte Mondadori, Arte Padova, Arte Pordenone, Bohemien, Catalogo dell’Arte Moderna Mondadori, Euroarte...); è recensito dalla critica (A. Bazzani, E. Di Vita, G. Mansueto, F. Mignacca, F. Monduzzi, M. Morva, F. Russo, V. Sutto, M.B. Tolusso...). Illustrazione - Ha illustrato: il libro "Barriere" di E. Fidemi (ed. L’Autore Libri di Firenze - 1999); le versioni, originali e inedite, di Barcolandia, Vento e Vele, I Racconti del Caffè Tommaseo. Nuovi strumenti espressivi - E' ideatore-autore di: "Fototeatro Didascalico" (performance-sintesi circolare di teatro, fotografia e didascalia - 1998); Alchemical Dress Painting (pittura alchemica su abito indossato - 1998). Moda - Ha creato lo stile per la linea dei gadgets del Movimento Arte Intuitiva (abiti, felpe, magliette, borse, tappetini per mouse, quaderni di poesia e immagine...).
Conduzione di gruppi e promozioni culturali - E’ fondatore di: Cenacolo Arte Intuitiva (1997… poi divenuto Movimento A.I., Presidente fino al dicembre 2001 e autore del manifesto programmatico del gruppo), Gruppo "T"Tradizione Arti e studi dottrinali (2002) e Webgalleria d’Arte e Poesia Anforah (cofondatore) per la promozione dei nuovi talenti artistici (2003 - http://anforah.altervista.org/).
Regia - Ha curato l’esecuzione di numerose manifestazioni, interdisciplinari, in un suo programma formativo dal titolo Culturspazio Spettacolo (modalità interattiva media tra spettacolo di intrattenimento culturale e laboratorio, pubblico, di arti applicate - 1997/2001). Didattica e programmi formativi - Ha realizzato: progetti di apprendimento multilivello attraverso le arti visive e letterarie (Il Gioco dell’Onda, Maremetamare, La Via... - 2000/2008); più interventi in scuole di vario grado (Don Milani/Bari, Giochi delle Stelle/Trieste, Marinoni/Udine, Pino Pascali/Bari, Pascoli/Molfetta… - 2000/2010). Dal 2010, ha intrapreso, con l’avv. Ezio Bonanni, del Foro Roma, e l’Osservatorio Nazionale Amianto, una campagna di sensibilizzazione e informazione contro i pericoli dell’Amianto.
Notizie su di lui e suoi articoli sono stati pubblicati da quotidiani, periodici di stampa, emittenti radiofoniche-televisive locali e nazionali (Alto Adige, Barisera, Corriere Alpi, Corriere della Sera, Famiglia Cristiana, Gazzetta del Sud, Il Corriere del Mezzogiorno, Il Friuli, Il Giornale, Il Mattino di Napoli, Il Messaggero Veneto di Udine e Pordenone, II Manifesto, Il Quotidiano del Friuli, Il Quotidiano di Bari, Il Gazzettino di Pordenone, Il Piccolo, Il Resto del Carlino di Forlì, Il Sole 24 Ore, In Città di Trieste, L’Avvenire, La Gazzetta del Mezzogiorno, La Padania, La Repubblica di Bari, La Repubblica.it, La Stampa di Torino, La Stampa/Lo Specchio, La Voce di Romagna/Cesena, L’Espresso, Liberazione, Libero, L’Opinione.it, L’Unità, Puglia, Radio Capodistria, Radiorai, Raitre, Telefriuli, Telequattro, Torinosette…) - 1997/2014.

Opere in:
YouTube
www.ArtePensiero.it/Fedele_Boffoli
www.anforah.altervista.org
Poièsi, Chrònos, Il Sole della Luna, Solaris, Il Resto, Meditation, Oasi, Il Resto e la Memoria del Viaggio, Natura e Cultura, Barcolandia, Città d'argilla, Viaggio in Egitto, Maremetamare, Il Tango dell'Onda, La Nave Argo: Mito Metafora e Simbolo, La Via (...), L’Arte dei Fiori, Rosa Mystica, Il Cerchio Magico, Tracce...
Studio-abitazione dell’artista: Via Emo 24 - 34144 Trieste, cel. 338-2246495; info@fedeleboffoli.it

Progetto MareMetaMare
Fecondation
AUTORE DEL PROGETTO
Fedele Boffoli artista e promotore culturale
via Emo 24 Trieste - 34144 tel. 338/2246495;
E-mail: info@fedeleboffoli.it
Web: anforah.altervista.org

PARTNER
Webgalleria, non commerciale, di Arti Visive e Letterarie Anforah (anforah.altervista.org), ideata per la riscoperta del valore dell'Arte e il sostegno dei giovani talenti artistici (con patrocinio di: Provincia e Comune di Trieste, Città di Bari, Club Unesco di Udine).

AREE DI APPLICAZIONE
Asili nido, Scuole dell'Infanzia, Ricreatori, Scuole Primarie e Secondarie di 1º e 2º grado.

OSSERVAZIONI GENERALI
Diminuzione di stimoli creativi e costruttivi della persona. Tendenza a privilegiare materialità e particolarismi a scapito di ideali e sintesi nell'organicità dei saperi. Mancanza di senso critico; estinzione dell'Arte e dell'Artigianato; perdita progressiva degli aspetti simbolici e rituali; ridotta attenzione per le tematiche legate ai significati di Natura, Ambiente, Cultura...

IDEA INIZIALE
Si fa riferimento all'esperienza artistica per suscitare una riflessione orientata, nello spazio e nel tempo, sul valore essenziale del ciclo di Vita-Morte-Rinascita; l'Arte, nello specifico, rappresenta il mezzo di assunzione e trasmissione del significato universale (coglie, testimonia, trasforma, traduce, comunica e fissa i valori ideali nella materia, sostanziandoli in pratiche e forme).
Si propone, per lo svolgimento del presente programma il tema del Mare (nella sua cultura e con le sue urgenze ecologiste) che, suscitato dalle opere dell'artista, attende il riscontro nelle coscienze e nelle operatività creative dei singoli.

STRUMENTI ATTIVI
L'incontro con l'artista e le sue opere diventano per la persona (bambino, adolescente ecc.) il tramite conoscitivo di Sé e del Mondo che la circonda. Per tale circostanza si rendono disponibili le opere artistiche di cui ai sottoindicati indirizzi Web:
Barcolandia
Wave - Le Storie dell'Onda

CONTENUTI E OBIETTIVI
Essendo al Mare, origine della vita e dei significativi percorsi realizzati dall'umanità (con tutto il suo patrimonio di miti, leggende e metafore e, non ultimo, con le sue inderogabili esigenze ambientali), dedicato il presente programma si cercherà, con dipinti e testi poetico-letterari, di coinvolgere ai suoi temi gli interessati al progetto; promovendo l'interpretazione critica dei modelli offerti con la conseguente rielaborazione-realizzazione di nuove opere.

TEMPISTICA
Essendo tutti i momenti dell'anno favorevoli per una riflessione guidata sulla cultura del Mare si invitano gli operatori, in riferimento a feste, eventi nautici, attività marittime varie (ittiche, mercantili, balneari, ecc.), riserve e parchi marini (con indicazioni su fauna e flora) a procedere con tempi e durata ritenuti più opportuni.

ATTUAZIONE
1) Incontro con l'autore (laddove possibile) con mostra di opere e dibattito;
2) Traendo spunto dalle Favole "Le Storie dell’Onda":
- lettura in classe con invito a riprodurre, in analogia, favole (con disegno e parole);
- colorazione delle favole (con tavole in fotocopie) e aggiunta di testi personalizzati;
- teatralizzazioni della favole (…gli utenti danno voce ai personaggi);
- costruzione di istallazioni e modelli significativi ispirati dai racconti.
3) Visione delle mostre d'arte, nei siti internet indicati, con attivazione dei laboratori artistico-culturali.

SUGGERIMENTI
Si invitano i formatori, sulla base delle indicazioni date e in libertà di scelta dei preferiti profili specifici (interdisciplinari, poetici, letterari scientifici, ecc.) di svolgere alcuni mini-percorsi creativi sui temi del progetto legati ai concetti di:
MARE - ATTIVITA' E TUTELA DEL MARE - NAVIGAZIONE - VELA - ECC.
Si suggerisce, nel limite del possibile, di premettere alle sottoindicate attività cenni preparatori utili alla ricezione dei significati.

MODALITA' DI PARTENZA E COMUNICAZIONI
In caso di accettazione del programma si rende necessaria la collaborazione dell'autore con i previsti conduttori delle attività creative; inoltre, non essendo prevista per il progetto alcuna utilità economica, solo si richiede agli aderenti di voler fornire (durante o al termine dei lavori) copia di eventuali articoli di stampa o documenti significativi prodotti.

Trieste, 21 marzo 2013

Fedele Boffoli

E-mail: info@fedeleboffoli.it